Skip to main content

“Terre di Grifonetto: quando l’olio diventa opera d’arte” – Articolo su L’agricoltore

Il debutto ufficiale il 15 dicembre alla Galleria nazionale dell’Umbria, a Perugia. Ma dietro all’olio “Terre di Grifonetto” c’è soprattutto un connubio riuscito tra arte, storia e marketing territoriale.
Merito di due donne, Francesca Cassano e Angelica Pistelli, madre e figlia, al timone dell’azienda “Terre di Grifonetto” a Montemelino, sui colli del Trasimeno, unite dalla stessa pasione e rispetto per quel tipo di agricoltura capace di far posto al nuovo coniugando storia e innovazione.
Dietro, il valore di una tradizione espressa al emglio dall’azienda agraria di famiglia, dal padre di Francesca, Cosimo Cassano, ordinario di Economia e Politica Agraria presso la Facoltà di Agraria di Perugia. Alla sua morte, il passaggio di testimone a Francesca, già studiosa di storia dell’arte, che ne assume un ruolo operativo e gestionale diretto.
Quindi l’idea, con l’aiuto di Angelica, di avviare un nuovo progetto imprenditoriale, legato al mondo dell’olio extravergine di oliva, che punta fortemente sull’eccellenza del prodotto e sulla comunicazione. Grifonetto Baglioni, scelto come simbolo dello straordinario patrimonio culturale e artistico del nostro territorio, egregiamente raffigurato nella “Deposizione” dI Raffaello.
Inevitabile l’accostamento della ricchezza agroalimentare di un territorio (le terre di Grifonetto, le colline del Trasimeno), alla sua storia e perciò all’arte, che prende forma e sostanza anche nel design, accattivante ed innovativo, dove il bello, il buono e la qualità acquistano il meritato significato.

Per saperne di più www.terredigrifonetto.com A.R.

Leave a Reply